L’incrociatore di Lollo

Pubblicato: 5 febbraio 2014 in Articoli

Ieri in classe Lollo ha scoperto che D’Annunzio teneva un incrociatore in giardino e una collezione di donne nel cuore. Dopo circa un’ora d’intensa riflessione sulla congiuntura economica internazionale e solitaria meditazione esistenziale, così postava su FB: “D’Annunzio aveva un incrociatore in giardino! Ed era pieno di donne! … prossimo passo : comprarsi un incrociatore!”.

Tra i Mi Piace e i primi Commenti a caldo, uno spiccava su tutti: “lollo … a te non basterebbe una flotta x rimorchiare una ragazza”. Tralasciando lo scivolone matematico e l’assenza della maiuscola all’inizio della frase, il compassionevole giudizio dell’amica del cuore non lasciava dubbi. Ricorrendo a un lessico tipicamente marinaro e portuale, per altro azzeccatissimo nel caso dell’incrociatore, la Potente Signora della Pace scatenava un dibattito accesissimo, probabilmente imprevisto dall’autoironica lolliana affermazione.

Magia della comunicazione 2.0: nel giro di 17 minuti, 54 Mi Piace e 53 interventi diretti. Manco alla base di Aviano in caso di attacco nemico un tempo di reazione simile.

La Signora Allegria interveniva immediatamente a rincuorare il compagno, facendo leva su immagini di repertorio di sorrisi femminili suadenti; spinta da un animo profondamente crocerossino teso a stimolarne l’autostima. Lollo imperterrito nella sua autoironia. La Potente Signora della Pace, senza battere ciglio, continuava a strappare il velo di Maya (che non è una compagna di classe!). Illusioni! gridava la filosofa.

Vano allora il tentativo del Lollo di sviare l’attenzione coinvolgendo abitudini vietate ai minori di ignari compagni di classe, ma strettamente legati da rapporti di parentela con Signora Allegria. Colpo di scena. Su quello che poteva trasformarsi in tragedia greca, un gossip da prima pagina e cinque dita sulla faccia, calava il Vincitore tra il Popolo. Riportava tutti all’ordine del giorno, con una pacatezza filosofica disarmante.

Sufficiente davvero un incrociatore in giardino per collezionare avventure galanti?

E via al confronto diretto tra le qualità fisiche del Vate e quelle del Lollo (compresi baffetti e calvizie). Nessuna pietà. Nessun conforto.

Consacrata a Marte non si lasciava sfuggire l’occasione per entrare da tergo nella rinata discussione: “sui baffetti e la calvizia ci siamo. Cosa manca? L’incrociatore!!!”.

Tralasciamo il commento stilistico che vorrebbe una tiratina d’orecchie per una “a” finale che è una “e”, e soffermiamoci sugli esclamativi finali.

L’incrociatore!

Si tornava al cuore del problema.

Lollo aveva ragione.

Nessuna autoironia.

Filosofia spiccia, allo stato ancestrale.

Come risolvere allora il problema?

Soprattutto quando un giardino Lollo, per sua stessa ammissione, non ce l’ha?

Consacrata a Marte, dimentica di Allegra, Potente Signora della Pace e Vincitore tra il Popolo, sentenziava in chiusura suggerendo l’unica strada possibile per colmare il vuoto, l’assenza di incrociatore, giardino e femminil collezione.

Darsi alla poesia.

Non richiede investimenti iniziali di natura immobiliare, non scomoda la marina militare, fa risparmiare denaro sulla scoperta dell’universo femminile.

Darsi alla poesia, sì.

L’unica strada percorribile.

L’unica porta senza chiavi nel cuore di una donna.

Ma Consacrata a Marte faceva molto di più. Non intravedeva solamente la luce del faro.

Perché no? Se per il Vate la pioggia era nel pineto in Alcyone, per il Lollo potrebbe essere sull’incrociatore in Mecoyone!

Povero Lollo. Un incrociatore in giardino diventa fondamentale per uno senza capelli e senza una costola che si chiama Rapagnetta. Ne bastò uno. Ma di incrociatori ce ne sarebbero voluti due per non correre rischi con un cognome così. A Lollo sarà sufficiente il suo, per spiccare il volo rimanendo sulla Terra … lontano dal mare.

CP

commenti
  1. aurelia pusar ha detto:

    a lezione dal professore, la mamma in classe. Mi piace

    Mi piace

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...